Menu principale

Premessa

Il Regolamento (UE) 2019/2088 del 27 novembre 2019 relativo all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari, prescrive specifici obblighi in capo ai “consulenti finanziari”, rientrando in tale definizione qualsiasi “impresa di investimento che fornisce consulenza in materia di investimenti”, ai sensi delle seguenti disposizioni:

articolo 3 “Trasparenza delle politiche in materia di rischio di sostenibilità”;
articolo 4 “Trasparenza degli effetti negativi per la sostenibilità a livello di soggetto”.  

Trasparenza delle politiche in materia di rischio di sostenibilità  

L’articolo 3 “Trasparenza delle politiche in materia di rischio di sostenibilità” del Regolamento (UE) 2019/2088 del 27 novembre 2019 richiede ai consulenti finanziari di pubblicare e aggiornare sul loro sito web informazioni circa le rispettive politiche sull’integrazione dei rischi di sostenibilità nelle loro consulenze in materia di investimenti o di assicurazioni.

Per “rischio di sostenibilità” si intende un evento o una condizione di tipo ambientale, sociale o di governance che, se si verifica, potrebbe provocare un significativo impatto negativo sul valore dell’investimento.

La Banca non integra, al momento, i rischi di sostenibilità nelle proprie consulenze in materia di investimenti o di assicurazioni in presenza di un quadro regolamentare di riferimento ancora non completo e si riserva di fornire indicazioni esaustive sulle modalità operative che intende adottare non appena saranno approvate a livello comunitario le disposizioni di riferimento in merito alla tassonomia degli investimenti sostenibili e non appena il mercato abbia messo a disposizione adeguati strumenti di supporto.

 

Trasparenza degli effetti negativi per la sostenibilità a livello di soggetto

 

L’articolo 4 “Trasparenza degli effetti negativi per la sostenibilità a livello di soggetto” del Regolamento (UE) 2019/2088 del 27 novembre 2019 richiede ai consulenti finanziari di pubblicare e aggiornare sul loro sito web informazioni circa il fatto se i medesimi prendano o meno in considerazione gli effetti negativi delle decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità. 

La Banca, al momento, non prende in considerazione gli effetti negativi delle decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità, e, non appena il quadro regolamentare in precedenza richiamato sarà completo, fornirà indicazioni esaustive sulle modalità operative che intende adottare ai fini della mitigazione dei rischi di sostenibilità.

 

Napoli, 10 marzo 2021